Home It

Home it > Patrimonio, Turismo, Gemellaggi > Patrimonio > Cittadini illustri d'Annecy

Cittadini illustri d'Annecy

Diminuer la taille de la police (petite).Augmenter la taille de la police (grande).Augmenter les contrastes en inversant les couleurs.La mise en forme courante correspond à celle par défaut. Pour imprimer le document, utilisez les fonctionnalités de votre navigateur. Dans les conditions actuelles, la référence de ce document ne peut être partagée. Pour ajouter le document à vos favoris, utilisez les fonctionnalités de votre navigateur.

Louis Armand, (1905-1971)

Ingegnere, personaggio chiave del perfezionamento della rete ferroviaria francese. Dal 1943, organizza la Résistance-Fer e diventa Direttore della SNCF dopo la Liberazione. Primo presidente della Commissione europea dell’energia atomica (Euratom), viene nominato Cittadino onorario di Annecy nel 1960 e poi diventa membro dell' Académie Française nel 1963.

Claude Berthollet (1748-1822)

Claude BertholletChimico nato a Talloires. Partecipa alla campagna d’Egitto, diventa Senatore Conte poi Grand’Ufficiale della Legione d’onore. Prosegue le sue ricerche scientifiche a Montpellier.

Cardinal de Brogny (1342-1426)

BrognyJean Alarmet, dopo severi studi, si trasferì ad Avignone; poi fondò ad Annecy il convento dei Domenicani (l’attuale chiesa Saint Maurice).

Sadi Carnot (1837-1894)

Ingegnere e uomo politico, è intervenuto ad Annecy in occasione della progettazione di un sistema di paratoie sul Thiou e il Vassé per controllare il livello delle acque del lago.

Sainte Jeanne de Chantal (1572-1641)

Fondatrice, insieme a San Francesco di Sales dell’Ordine della Visitation, fu canonizzata nel 1768; è la santa protettrice delle madri di famiglia e delle vedove. Le sue spoglie riposano nella Basilica del monastero della Visitation a Annecy.

Eustache Chappuis (1499-1556)

Canonico della Cattedrale di Ginevra, poi Ambasciatore presso la corte del Re d’Inghilterra, Enrico VIII.
Nel XVI secolo fondò un prestigioso collegio (College chappuisien) che fu chiuso soltanto nel 1888 con la costruzione dell’istituto Berthollet.

Antoine Favre

Letterato, giureconsulto e fondatore dell’Académie florimontane nel 1607 insieme a San Francesco di Sales. E’ autore del Code Fabrien (Codice Fabriano), codice giuridico in uso fino all’avvento di Napoleone I.

Jean-Jacques Rousseau (1712-1778)

Scrittore e filosofo. Annecy conserva numerosi ricordi dell’autore delle "Confessioni", tra cui la "Balaustra d'Oro" che evoca il suo incontro con Madame de Warens.

Saint Françoise de Sales (1567-1622)

Dopo gli studi da giurista, diventa Vescovo di Annecy e fonda, Saine-Jeanne-de Chantal, l’Ordine della Visitation nel 1610. Patrono dei giornalisti e degli scrittori. Le sue spoglie sono conservate nella Basilica del monastero della Visitation ad Annecy.

Germain Sommeiller (1815-1871)

Ingegnere a cui si deve il traforo del Monte Frejus grazie ad una macchina perforatrice ad aria compressa di cui fu l’inventore.

Eugène Sue (1804-1857)

Noto romanziere reso celebre dal libro "I Misteri di Parigi". Ha vissuto i suoi ultimi anni ad Annecy-le-Vieux.
La sua tomba è conservata al cimitero di Loverchy.

Claude Favre de Vaugelas (1585 - 1650)

Grammatico francese. Savoiardo, figlio di Antoine Favre, è iniziato agli studi umanistici in seno all’Académie florimontane fondata ad Annecy da suo padre. Richelieu lo nomina membro dell'Académie Française sin dalla sua fondazione, nel 1635. Nel 1639 gli viene affidata la direzione del celebre Dictionnaire de l’Académie.